La dieta uomo: come avere una pancia piatta

dieta-uomo-nutrizionista-Bologna

La dieta uomo: come avere una pancia piatta

Il grasso negli uomini si accumula nell’addome. Ecco cosa fare per iniziare a eliminarlo

 

La maggior parte degli uomini, quando decide di perdere peso, è perché non è soddisfatto del proprio girovita. Ironico che il six pack, come viene chiamato in inglese l’addominale scolpito, richiami la confezione da sei di birre, quando è proprio il consumo eccessivo di alcol uno dei motivi della cosiddetta pancetta. Per ottenere la cosiddetta tartaruga è necessario tanto lavoro fisico in palestra e una dieta uomo più mirata: ma se il traguardo è più modesto, e cioè si punta a evitare l’effetto tartaruga rovesciata, alimentarsi in maniera corretta consentirà di raggiungere dei buoni risultati.

La buona notizia è che, per quanto gli uomini tendano ad accumulare massa grassa proprio nell’addome, dimagrire per loro è più facile: hanno infatti un fabbisogno energetico più alto di quello delle donne e, a pari condizioni, perdono peso più velocemente.

 

Eliminare 500 calorie dalla dieta uomo è molto più semplice che fare lo stesso per la controparte femminile.

 

  • Come fare, dunque una dieta per appiattire il ventre?

 

Nella dieta uomo è prima di tutto necessario eliminare gli alcolici, e anche le bibite gassate. Lo stesso vale per i dolci e in generale gli alimenti raffinati come pizza, pizzette e piadine, poi è il caso di ridurre i condimenti: olio e burro insaporiscono certamente i piatti ma sono nemici tremendi per la linea.

Le scelte migliori della dieta per lui

Altrettanto importante è aumentare l’assunzione di proteine a discapito dei carboidrati: questi ultimi non vanno eliminati, ma sarebbe il caso di limitare il consumo di pasta, specialmente alla sera, in favore di carni magre, come per esempio il pollo, il tacchino o ancora meglio di pesce.

dieta-uomo-carne-verdure

 

Nella dieta uomo carboidrati sì o no?

Sì, meglio concentrali nel piatto unico, assumendoli grazie ai cereali integrali.

PRANZO

Il piatto unico o una schiscetta a pranzo sono la risposta perfetta specialmente se non vogliamo esagerare a tavola e abbiamo poco tempo per pranzare, permette di limitare il numero di calorie consumando un pasto leggero e nutriente che ci consenta di affrontare al meglio il resto della giornata. Il piatto unico permette di risparmiare tempo senza cadere nella trappola costituita invece da piadina, pizzette, panini o peggio ancora saltare il pasto.

Anche le fibre sono fondamentali: alimenti come broccoli, cavolfiore, lenticchie, fagioli e piselli, ma anche carciofi, mele, pere e prugne permetteranno di migliorare il movimento intestinale e di ridurre il colesterolo.

CENA

A cena, le insalate sono molto versatili e possono essere consumate durante tutto l’anno, utilizzando gli ingredienti di stagione che preferiamo. Possiamo provare a mescolare radicchio, lattuga, ravanelli, sedano e finocchi, conditi con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, uno di avocado e limone spremuto. Per rendere questa insalata più sostanziosa, si può aggiungere del pesce spada alla griglia o una dozzina di mazzancolle al vapore, che contribuiranno all’apporto di proteine e acidi grassi salutari.

Bere acqua, tè verde o tè nero

L’idratazione, come sempre, è fondamentale: oltre a bere molta acqua, è giusto sottolineare che l’effetto termogenico del tè verde consente di sciogliere con più facilità i grassi.

Per finire, ridurre lo stress è più facile a dirsi che a farsi, ma consentirebbe di ottenere risultati migliori, così come dormire almeno otto ore per notte.

Se questi sono propositi che rischiano di essere utopia, fare attività fisica lo è molto meno: allenarsi due-tre volte a settimana permette di aumentare il fabbisogno calorico rispetto a chi conduce una vita sedentaria, accelerando così gli effetti della dieta uomo o limitando i danni, nel caso non si riesca a non concedersi qualche strappo alla regola.

 

Quando arriva il fatidico momento d’iniziare la dieta al maschile perché non provare l’analisi della composizione corporea o BIA?

Avere una chiara comprensione della composizione corporea aiuta a creare una dieta maschile personalizzata per dimagrire, ridurre il gonfiore e far calare la pancia. Questa analisi fornisce informazioni sul rapporto tra massa magra e massa grassa nel corpo che possono essere utilizzate per determinare non solo la quantità, ma anche il tipo di alimenti necessari al piano alimentare. L’analisi della composizione corporea è utilizzata anche per monitorare i progressi di una persona durante il programma di dimagrimento.

 

 

Se stai cercando di dimagrire e ridurre la pancia o semplicemente imparare a mangiare salutare contattata la dott.ssa Carmen Zedda nutrizionista a Bologna per una visita nutrizionistica, compila il modulo e prenota.

Questo è ciò che le persone hanno condiviso su di me; puoi trovare ulteriori recensioni anche sulla mia pagina Facebook

Il mio studio si trova nel centro di Bologna e c’è un comodo parcheggio proprio di fronte!

Per maggiori informazioni carmenzedda@gmail.com WhatsApp 347 100 3888

 

 

Dimagrire senza dover patire la fame è possibile, ricette appetitose ma salutari e un supporto costante, non ti sentirai mai sola in questo viaggio.

nutrizionista biologa,  dieta intolleranze, educazione alimentare, esperta in alimentazione femminile

 

 

Ultimi articoli

Se hai voglia di portare in tavole nuove idee vai a leggere la sezione ricette, nel menù in alto della prima pagina.

4 Commenti
  1. Buongiorno, mi chiamo Claudio ho 65 anni, sono un tipo sedentario, mangio di corsa, peso 74,500 e sono alto 1,77; il mio problema è la pancia che ha una circonferenza di cm. 99, cosa devo fare per togliere un po di pancetta

    • Salve Claudio, grazie per il suo interesse. I suggerimenti che ho scritto in questo articolo sono un punto di partenza per iniziare. Sicuramente inserire del movimento costante a basso impatto, naturalmente se non sono presenti problemi di salute. Mangiare con calma, masticare lentamente è un altro punto da pretendere in considerazione.
      Il suggerimento per ottenere migliori risultati è quello di farsi seguire da un nutrizionista.

  2. Buongiorno ho letto il suo interessante blog e volevo chiedere se potevo avere un aiuto, per la cosiddetta pancetta da 40enne,consigli più che altro su cosa e quanto mangiare per rimettermi in forma perchè non riesco più a vedermi interessante sia per me che per dare soddisfazioni alla mia compagna,grazie in anticipo

    • Salve Alessandro, grazie per il suo interesse. Ho risposto con un messaggio privato.
      Grazie per seguirmi.

Lascia un commento

Recensioni

Contatti

Dott.ssa Carmen Zedda Biologa Nutrizionista

Iscritta FNOB AA_063565

Studio Bologna: Via Barberia 24/D - Bologna

Telefono: +39 347 100 3888
Mail:carmenzedda@gmail.com

Privacy Policy | Cookie Policy

✨✉️ Novità prenotazione in agenda! ✨✉️

Carmen Zedda - MioDottore.it

Newsletter

×