Pancia gonfia addio!

pancia-gonfia-esercizi

Pancia gonfia addio!

 

I rimedi utili e le abitudini da evitare per ritrovare il ventre piatto.

 

Eliminare la pancetta e la pancia gonfia è di solito il primo obiettivo, o uno dei primissimi, di chi sceglie di mettersi a dieta. Non sempre però i problemi legati al nostro girovita sono dovuti ai chili di troppo: la pancia gonfia, infatti, può essere legata a intolleranze e cattive abitudini alimentari.

In caso di malattie legate all’apparato digerente è raccomandato, rivolgersi a un medico, è giusto sapere che spesso questo fastidioso gonfiore è dovuto a una cattiva alimentazione, abitudini scorrette e alla sedentarietà.

 

  • Vediamo cosa mangiare e cosa evitare, per eliminare quell’accumulo di gas che rovina la nostra silhouette

La prima cosa da evitare, o comunque da tenere sotto controllo, è lo stress. Più facile a dirsi che a farsi, vero: quello che possiamo fare però è ritagliarci il giusto tempo da dedicare al pasto, sforzandoci di scegliere alimenti sani e di seguire una dieta varia ed equilibrata.

Mangiare troppo in fretta, senza darsi il tempo di masticare con calma, e privilegiare panini e pizzette alle pietanze più salutari è una delle cause principali della pancia gonfia. 

Limitare o ridurre le abitudine sbagliate

A proposito di abitudini dannose, fumare mentre si pranza, masticare chewing gum e parlare durante i pasti porta a ingerire aria mentre ci nutriamo, e ad aumentare dunque quella sensazione di gonfiore che stiamo provando a combattere.

L’attività fisica aiuta a diminuire lo stress e il gonfiore

È importante fare sport in maniera costante: innanzitutto perché ci permetterà di mantenere sotto controllo il nostro peso, e poi perché l’attività fisica ha effetti benefici sull’umore e ci aiuta a sfogare le tensioni quotidiane.

Gli esercizi per gli addominali, naturalmente, apporteranno benefici specifici proprio in quelle zone: fare crunch può aiutare dunque a sgonfiarci un po’, ma in ogni caso fare un po’ di corsa, di bicicletta o qualche lunga passeggiata è fondamentale per “appiattirsi” un po’.

 

  • Alcuni alimenti, in caso di “pancia gonfia”, sono da evitare o comunque da limitare:

  • per esempio i latticini, anche perché il gonfiore potrebbe essere legato a un’intolleranza al lattosio. Il discorso non vale per lo yogurt, che aiuta invece il nostro organismo a mantenere in equilibrio la flora batterica grazie ai probiotici;

  • i legumi possono provocare una leggera sensazione di pancia gonfia: ceci, piselli, fagioli e soia, vanno dunque assunti con moderazione, così come altre verdure come, la cipolla, i carciofi i porri e il cavolo.

  • non abusare di verdure crude perché possono favorire le fermentazioni, privilegiare i germogli ricchi di enzimi in grado di ridurre la formazione di gas intestinali, da consumare prima del pranzo o della cena;

  • da tener presente che la tolleranza verso un alimento piuttosto che un altro è sempre legata, alla sensibilità personale. Sarebbe poi meglio per combattere la pancia gonfia, come al solito, eliminare dalla nostra tavola i cibi fritti, le bevande gassate e gli alcolici.

 

Pancia-gonfia

 

I cibi da portare in tavola:

  • dobbiamo invece privilegiare alcuni alimenti ricchi di fibre con proprietà emollienti e pulenti  sulla parete intestinale come per esempio il riso rosso, aiuta a contrastare la stipsi, il riso venere è anche un ottima fonte di ferro, la polenta e l’orzo;
  • le verdure da portare a tavola e anti pancia gonfia, sono i cetrioli, i peperoni, le carote, le patate, il sedano, le zucchine, il finocchio e la lattuga, sono a basso contenuto di carboidrati fermentabili. Infine per un effetto detox e un’azione anti-gonfiore aggiungi l’insalata songino ricca di enzimi, clorofilla e fibre con azione depurativa;
  • la mela permette di regolare la fermentazione intestinale, grazie alla pectina, il mirtillo, il kiwi, pompelmo, la banana aiutano a combattere le fermentazioni, possiedono fibre poco fermentabili, così come la menta; la bromelina dell’ananas permette invece di facilitare la digestione delle proteine e quindi di non sovraccaricare il nostro intestino. L’uva invece drena l’intestino e favorisce il transito intestinale.
  • la frutta cruda ci da una mano, anche se, in caso di pancia gonfia, va evitata a fine pranzo o cena, perché aumenta l’acidità di stomaco. Meglio consumarla come merenda o spuntino, sfruttandone le proprietà sazianti che ci aiutano a contenere la fame e a non abbuffarci nei pasti principali;

  

È fondamentale, mantenere il nostro organismo idratato: bere tisane e tanta acqua, almeno due litri al giorno, è il primo passo per sgonfiarci.

Pancia-gonfia

Pancia gonfia le tisane

Ecco 3 tisane che non devono mai mancare, per ridurre la sensazione di pancia gonfia

  • Tisana alla camomilla e menta per favorire la digestione, è utile in caso di acidità di stomaco. Versa 2 cucchiaini di fiori in una tazza, un cucchiaino di menta in 200 ml di acqua calda, lascia infusione per 5-10 minuti.

  • Tisana alla cannella e alloro. Fai bollire 1 litro di acqua con la stecca di cannella e 6 foglie di alloro. Dopo averla filtrata consuma durante la giornata.

  • Tisana al finocchio, menta e ginepro. Compra in erboristeria, una miscela composta in parti uguali di finocchio, menta e ginepro. Metti un cucchiaino in una tazza con acqua calda, lascia infusione per 15 minuti. Sorseggia la tisana dopo cena.

Che tisana bevi per limitare la sensazione della pancia gonfia?

Lascia un commento 😁

 carmenzedda@gmail.com

Per richiedere un appuntamento online compila il modulo di prenotazione.

 Lavoro come nutrizionista a Bologna in centro, il parcheggio è di fronte.

 

 

carmen-zedda-dieta-nutrizionista-bolognaÈ fantastico decidere di provarci. Non cercare scuse, ma cerca soluzioni. Carmen Zedda

nutrizionista biologa, alimentazione donna, nutrizione per sportivi, test intolleranze, educazione alimentare, dieta personalizzata

 

 

RelatedPost

Lascia un commento