Panettone e dieta: un matrimonio possibile

Panettone

Panettone e alimentazione: un matrimonio possibile.

I trucchi per peccare di gola senza vanificare i buoni propositi.

 

Che Natale sarebbe senza panettone, oppure senza pandoro? Quello che guadagneremmo in termini di peso forma, lo perderemmo in felicità. Sappiamo tutti che i dolci fanno ingrassare, ma anche che è difficile non farsi tentare da due autentiche prelibatezze, il cui consumo rappresenta una delle tradizioni più radicate della nostra cultura enogastronomica. Non c’è bisogno di farne a meno: come al solito, l’importante è non esagerare.

Panettone e pandoro sono entrambi ricchi di burro e zucchero: 100 grammi (più o meno l’equivalente di una fetta) di panettone apportano all’organismo poco meno di 350 calorie, il pandoro supera invece le 400, perché contiene più grassi animali, cioè sostanzialmente più burro.

  • Il primo consiglio è di preferire le varianti artigianali perché, anche se leggermente più caloriche, hanno meno grassi idrogenati rispetto a quelle industriali e contengono ingredienti più sani.

 

  • Il secondo è di non farsi ingolosire dalle varianti arricchite: la crema al mascarpone si abbina perfettamente a questo tipo di dolci ma dal punto di vista della dieta è un suicidio, e lo stesso vale per le gocce di cioccolato, la frutta secca, il tartufato e il liquore. Non vi accontentate della versione base? Una farcitura casalinga, che sia a base di yogurt o di ricotta lavorata col cacao, può soddisfare la vostra golosità e consentire di limitare anche leggermente le porzioni.

È importante anche scegliere il momento giusto della giornata per assaggiare questa leccornia. Meglio di prima mattina che a sera inoltrata, naturalmente: fare uno strappo la sera della Vigilia è fisiologico, ma nei giorni precedenti e successivi, sarebbe meglio concedersi la fetta di pandoro o di panettone alla mattina, abbinandola a un caffè o a un o a una tisana, trasformandola da peccato di gola a una semplice colazione ricca per avere un surplus di energie durante la giornata.

 

panettone-dietanutrizionista

 

Inutile però prendersi in giro: visto il contenuto calorico, una fetta di panettone è quasi un sostitutivo del pasto. Non c’è niente di male, l’importante è non esagerare con le porzioni e non andare a sommare carboidrati a carboidrati. Per cui, se avete deciso di concludere il vostro pasto con un po’ di pandoro, sarà meglio che non lo iniziate con un piatto di pasta e non abbiate intenzione di strafogarvi di pane.

Fare attività fisica è fondamentale per tenere a bada il proprio peso, specialmente a Natale. Anche se il dispendio energetico relativo a queste attività dipende da molti fattori (tra cui peso, età e allenamento), a grandi linee si può dire che una passeggiata di un’oretta, un po’ di jogging o un giro in bicicletta elimineranno le calorie contenute nella fetta proibita che vi siete concessi, o quantomeno una parte di esse.

Cannella e zenzero sono altrettanto natalizi, ma vengono in nostro soccorso. La cannella è capace di ridurre l’impatto glicemico di questi dolci; lo zenzero invece è termogenica, attiva cioè il metabolismo, aiutando la digestione e facendoci consumare più calorie: una tisana allo zenzero o un infuso di cannella è l’ideale per accompagnare una (piccola) scorpacciata di panettone.

   

Dottoressa Carmen Zedda nutrizionista a Bologna, alimentazione per le donne, nutrizione per sportivi, test intolleranze, educazione alimentare, dieta personalizzata.

Compila il modulo di prenotazione oppure clicca qui per ricevere informazioni. Questa è la mia email: carmenzedda@gmail.com

 
Prenota online la dieta personalizzata clicca qui

Ultimi Post

  • Dieta-Zona-dieta-nutrizionista-Carmen-Zedda
    Dieta a Zona
    Dieta a Zona.   Nella Zona avvengono cambiamenti metabolici quasi magici, uno stile...
  • muffin-golosi
    Muffin golosi
    Muffin golosi Un dolcetto sfizioso per fare scorta di energia.   Fare una...
  • Nasello
    Tutti i pregi del nasello
    Tutti i pregi del nasello Un pesce sano, nutriente e digeribile, perfetto per...
  • apericena-leggero
    Apericena leggero? Si può!
    Apericena leggero? Si può! Tante idee per mangiare e bere con gli amici...

Related Post

Lascia un commento

Recensioni

Contatti

Dott.ssa Carmen Zedda Biologa Nutrizionista

C.F. ZDDMCR65T46G113E
P.IVA 02974900363

Studio Bologna: Via Barberia 24/D - Bologna

Studio Modena: Largo Aldo Moro 28 - Modena

Telefono: +39 347 100 3888
Mail:carmenzedda@gmail.com

Privacy Policy | Cookie Policy

Newsletter